Blog: http://aforzadiesserevento.ilcannocchiale.it

Il Circo dell'Italietta

Vista da dentro, gli Italiani la trovano normale. Almeno la maggior parte, quella sotto il giogo dei Tg mediasettini, riottani e filoannebbiacervelli. Che sono tutti. La loro Italietta ferita e maltrattata, dove poco funziona (e male), ma sempre "solida" come dichiara il nostro beneamato Premier.
Basterebbe alzare un minutino il naso, e non è poi così pesante, per rendersi conto che all'estero, in Europa, ne sanno molto ma molto più degli Italiani dell'Italia, loro le idee  le hanno chiare, su quello che sta succendendo qui.
Certo è noto che lo sguardo più veritiero è quello che proviene da fuori la mischia, e faremmo bene a dargli un po retta, poi chissà magari qualcuno si sveglia pure.
Riporto un articolo del quotidiano spagnolo(!) "El Pais", tradotto da Italia dall'estero, dal titolo “Presidente, io da lei mi lascerei toccare” :

Silvio Berlusconi aveva annunciato la sua presenza al celebre programma di Rai1 Porta a porta, condotto dall’amico Bruno Vespa, per parlare delle trattative per salvare Alitalia, una crisi che può costare il posto di lavoro a 20.000 impiegati. Al suo fianco, al posto di un sindacalista o di un rappresentante del settore, era seduta la nuova miss Italia, Miriam Leone.

Per la sorpresa di chi aspettava di sentire il Presidente del Consiglio parlare di attualità, è stata miss Italia a prendere la parola in difesa della riforma scolastica del Governo Berlusconi, che prevede il maestro unico alle elementari, come 20 anni fa. “Io, mio padre e noi tutti siamo cresciuti con il maestro unico”, ha detto Miriam Leone. “Ci imponeva più disciplina, era un po’ bruto, ma gli volevamo bene”.

E c’è dell’altro. Con un colpo di scena è comparsa nello studio del programma la campionessa di scherma Valentina Vezzali, fresca vincitrice di una medaglia alle Olimpiadi. La Vezzali ha offerto un fioretto a Berlusconi sfidandolo. Ma il Cavaliere ha rifiutato: “Non la potrei toccare neanche con un fiore”, si è scusato. “Presidente, io da lei mi lascerei toccare”. Ed è sceso il silenzio nello studio, rotto solamente dall’annuncio di Berlusconi che si comprerà un’altra casa sul Lago Maggiore: “Per evitare che caschi in mani straniere”. Il circo di Berlusconi gli ha regalato il 60% di popolarità, cinque punti in più di luglio.


Non è uno zoo questo, gli animali hanno il rispetto dei propri simili.Questo è un circo.

Pubblicato il 20/9/2008 alle 13.1 nella rubrica 1984.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web